17 Agosto 2018
La nostra storia
percorso: Home

La nostra storia

L´Associazione Italiana Arbitri
L´Associazione Italiana Arbitri (AIA) è l´associazione che, all´interno della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), riunisce obbligatoriamente tutti gli arbitri italiani che, senza alcun vincolo di subordinazione, prestano la loro attività di ufficiali di gara nelle competizioni della FIGC e degli organismi internazionali cui aderisce la Federazione stessa.

La Sezione A.I.A. di Terni: dal 1936 al servizio del Calcio
Una Storia lunga e ricca di soddisfazioni, più di settant´anni al servizio dello sport più bello (e seguito) del mondo ed una grande voglia di guardare al futuro con slancio e determinazione.

Questa è la Sezione A.I.A. di Terni, intitolata al suo mitico Presidente Pasquale Gnocchini, la sua "mission" e la sua visione: consapevole di poter contare su di un passato glorioso, ma col dovere di lavorare sempre per essere all´altezza dei grandi arbitri che ci hanno preceduto.

La Sezione che fu´ dei vari Angelelli, Arcangeli, Gnocchini, Piantoni, della prima donna internazionale Cristina Gozzi, dei decani di Serie A di Calcio a 5 Genova e Marconi, e che oggi annovera tra i suoi associati le punte di diamante, gli internazionali Paolo Tagliavento e Silvia Spinelli, oggi più che mai guarda con rinnovato slancio e fiducia al futuro, grazie alle tante e giovani promesse arbitrali che già fanno parte dei suoi quadri associativi.
Dalla fondazione al dopoguerra
La sezione AIA di Terni nasce ufficialmente nel 1939, anche se già otto anni prima venne organizzato nella città dell'acciaio il primo corso, in dipendenza dal gruppo arbitri di Perugia.

In realtà, la data di fondazione della Sezione ternana si fa risalire al 1936, anno in cui la stessa vide la luce, seppure come sottosezione di Perugia; la definitiva autonomia arriverà infine nel 1939.

Dopo l'interruzione dovuta alla guerra, l'attività riprende con rinnovato slancio grazie agli associati ternani guidati dal dottor Pasquale Gnocchini, presidente sezionale per vent'anni dal 1949 al 1969.

Inizia in questa epoca una fase di grande sviluppo: adesioni che si moltiplicano, successi e soddisfazioni per arbitri e dirigenti riassunti dalla promozione di Ermenegildo Piantoni alla C.A.L.P. (dirige otto partite in Serie A) e dalla nomina di Gnocchini al Consiglio direttivo centrale dell' AIA.

In questi anni si conclude anche un tormentato peregrinare alla ricerca di una sede sezionale: nel 1966 si trasferisce infatti in via del Tribunale ove rimarrà fino al 2009.
Dagli anni settanta al nuovo millennio
Fino al 1973 la sezione è diretta da Silvano Gori, cui subentra l'appassionato Renzo Lodolo, per anni segretario sezionale con Gnocchini. Lodolo sarà presidente indimenticato degli arbitri ternani per quindici anni, durante i quali emergeranno arbitri a livello nazionale come Angelelli, Arcangeli e Tatangelo, nonchè assistenti nazionali tra cui Bordoni, Volpotti (nei ruoli C.A.S.P.), Mechini, De Santis e Bianchini (fino alla serie C), Bevilacqua in serie A.

Nel 1990 (con Roberto Minozzi presidente) arriva il primo corso per donne: in quell'occasione entra nei ruoli associativi Cristina Gozzi (diverrà arbitro internazionale) assieme ad Ilaria Bordoni (Serie A calcio a 5).

Fungono da assistenti in CAN C Boccali, Gasbarri, Candelori e Bertoldo.

Andrea Moretti, già arbitro in CAN D per tre stagioni, è inserito dal luglio 1998 quale assistente nei ruoli della CAN C, rappresentando al meglio la nostra Sezione per ben cinque stagioni sportive.

Dal 1991 al 2000 é presidente Giuliano Bonifazi.
Gli anni 2000: le libere elezioni e Tagliavento internazionale
Dal 2000 è Presidente Fabio Banconi, primo presidente sezionale eletto direttamente dagli associati. Lascerà l´incarico nel 2003 quando sarà nominato presidente del Comitato regionale Arbitri. Sarà´ il successore Fabrizio Arcangeli a raccogliere durante il suo mandato i frutti del lavoro di tanti dirigenti appassionati: è il 16 Maggio 2004 quando Paolo Tagliavento esordisce inSerie A nella gara Chievo-Bologna. Un nuovo traguardo raggiunto da Paolo Tagliavento porta onore alla sezione ternana: il 1 gennaio 2007 viene nominato arbitro internazionale. In questi anni si affermano a livello nazionale anche assistenti come Gianluca Chiari (serie C) e arbitri come Daniele Ceccarelli (CAN PRO) e Matteo Bottegoni (CAN D).
La presidenza Delli Guanti ed i successi alle Olimpiadi dell´A.I.A.
Dal Giugno 2008 è presidente della sezione Franco Delli Guanti. Nel Gennaio 2009 gli arbitri ternani trovano una nuova sede in piazza Dante. Nel Giugno 2009 la sezione capitanata da Franco Delli Guanti partecipa in gran numero al torneo nazionale dell´AIA a Cavalese (TN) e ottiene il primo posto assoluto nel complessivo tra le varie discipline, lasciando indietro sezioni molto più grandi come quelle di Roma e Milano.

Il 27 Dicembre 2009 viene improvvisamente a mancare il presidente Franco Delli Guanti. Dirigente unanimemente apprezzato, amato da tutti i suoi ragazzi, lascia un vuoto difficilmente colmabile. Il suo esempio, fatto di dedizione, passione, divertimento è l´eredità simbolica che lascia a tutti gli arbitri ternani. Il 18 febbraio 2010 l´ A.I.A. gli conferisce la Benemerenza associativa "alla memoria", cosa mai accaduta prima d´ora.

Durante il successivo periodo di vacanza, spetta al vice presidente Renzo Boccali guidare la sezione verso le elezioni del 5 Marzo, nelle quali viene eletto Fabrizio Arcangeli (al suo secondo mandato) come nuovo presidente di sezione.

Nel Giugno 2010, la sezione di Terni partecipa, come sempre numerosa, alla Festa dell´Arbitro di Cavalese (TN) con la selezione del C.R.A. Umbria che conquista la Supercoppa della manifestazione anche grazie al decisivo apporto dei nostri ragazzi.
Il secondo decennio 2000: l´ascesa di Silvia Spinelli, Tagliavento al Top UEFA, la nuova sezione e la presidenza Tatangelo
Nel Luglio 2010, Silvia Tea Spinelli, già arbitro internazionale femminile, viene promossa alla Can PRO, dove nel corso della successiva stagione sportiva esordisce in I divisione.

Ad un anno e mezzo dalla sua scomparsa, nel giugno 2011, la Sezione di Terni decide di omaggiare Franco Delli Guanti organizzando un memorial a lui intitolato. La manifestazione, aperta agli associati delle Sezioni umbre oltre quelle di Rieti e Viterbo, riscuote un ampio successo anche mediatico; partecipano all'evento anche il Presidente nazionale dell'A.I.A. Marcello Nicchi ed il componente del comitato nazionale Umberto Carbonari.
Gli ottimi riscontri registrati consigliano immediatamente l'organizzazione di una nuova edizione per l'anno successivo.

Un nuovo storico traguardo viene raggiunto dalla Sezione A.I.A. di Terni: nel luglio 2011, infatti, dopo dieci anni di onorata carriera nei ruoli nazionali del Calcio a 5, Luca Marconi viene nominato componente della Commissione arbitri nazionale Calcio a 5, presieduta da Massimo Cumbo.
Per la prima vola nella gloriosa storia degli arbitri ternani, un associato della loro Sezione è chiamato a ricoprire il ruolo di Componente di un organo tecnico nazionale.

Un altro straordinario traguardo segna la fine dell'anno 2011 per la Sezione di Terni: è del 22 dicembre, infatti, la notizia dell'inserimento di Paolo Tagliavento nella categoria "Elite" dell'UEFA, la massima prevista per gli arbitri internazionali: è la prima volta che questo accade per un arbitro umbro.

Il 2012 dei fischietti ternani si apre con una importante novità: infatti, la Sezione di Terni trasloca nei nuovi locali di Via Mirimao, stabilendo la nuova sede presso il Palazzetto della scherma.
La nuova casa della Sezione intitolata a Pasquale Gnocchini è stata ottenuta grazie all'intuizione del Presidente Fabrizio Arcangeli, con la collaborazione massiccia di tanti associati che hanno variamente contribuito al grande trasloco "a costo zero", avvenuto nei primissimi giorni dell'anno.

Il 18 maggio 2012 viene eletto il nuovo Presidente sezionale, il nono della Storia degli arbitri ternani: è Alberto Tatangelo, che succede a Fabrizio Arcangeli dopo essere stato per sette stagioni consecutive componente della Commissione regionale arbitri.

Nel 2012, a ventidue anni di distanza da De Santis e Bevilacqua, Daniele Ceccarelli viene promosso come assistente in CAN B, dopo aver brillantemente superato il corso di qualificazione per assistenti al termine di quattro intense stagioni come arbitro in CAN PRO (già CAN C).
E' l'anno delle affermazioni di Raffaele Agrò (alla CAN D dopo una stagione alla CAI), Federico Pragliola (dalla regione alla CAI), di Riccardo Neri (dalla regione alla CAN D), di Alessio Rossi (dalla regione alla CAN 5).

Nell'estate 2013, al termine di una brillante stagione, Matteo Proietti viene promosso in CAN PRO; il 15 dicembre 2013, dopo varie apparizioni in seconda divisione, esordisce in Prima divisione nella gara Pro Patria - Pavia. Sono promossi anche Andrea Cappabianca (arbitro promosso alla CAI), Francesco Gentileschi (assistente dalla regione alla CAN D), Alessandro Salicchi (dalla regione alla CAN 5) e Paolo Piediluco (osservatore dalla CAI alla CAN D).

L'anno successivo, la Sezione di Terni conta quattro promozioni a livello nazionale: Matteo Bottegoni (assistente) passa in CAN B, Federico Pragliola (arbitro) alla CAN D, Ilaria Bianchini (arbitro) transita alla CAI, Gianluca Chiari (osservatore) in CAN D.
I PRESIDENTI SEZIONALI
Pasquale Gnocchini 1949-1969


Silvano Gori 1969-1973


Renzo Lodolo 1973-1988


Roberto Minozzi 1988-1991


Giuliano Bonifazi 1991-2000


Fabio Banconi 2000-2003


Fabrizio Arcangeli 2003-2008


Franco Delli Guanti 2008-2009


Fabrizio Arcangeli 2010-2012


Alberto Tatangelo 2012-

Twitter

@AiaTerni

Instagram

@aiaterni


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio